Home Assistant Raspberry Pi

Home Assistant Raspberry Pi

Aprile 20, 2020 0 Di IoTLife

Home Assistant o HASS è un software Open Source di automazione, personalizzabile ed in grado di integrarsi con gli elementi smart presenti.

Pensato per dispositivi di questo genere, può trasformare il Raspberry Pi in un potente centro di controllo della smart home.

Data la complessità di questo ambiente, è comunque consigliato usare i modelli più recenti, per avere il massimo delle prestazioni.

Ci sono anche altri dispositivi compatibili, ma questo articolo tratta Raspberry Pi, poiché è il più diffuso.

Home Assistant
credits to home-assistant.io

Perché Home Assistant

Questa piattaforma di automazione è in grado di riunire, in un unico sistema di controllo, tanti elementi differenti.

Compatibile con gli Assitenti Vocali attualmente in commercio ed anche con un lungo elenco di dispositivi e servizi.

Con HASS si va a creare un sistema nervoso elettronico, con il quale avere il pieno controllo di tutta la smart home.

L’Assistente adatto per chi ha un impianto domotico esteso per tutta la casa.

Raspberry Pi + HASS

Per rendere il Raspberry Pi il nucleo della smart home con HASS, ci sono alcuni fattori a cui prestare attenzione.

È fondamentale utilizzare una buona microSD, con almeno 32Gb di capacità, per garantire velocità di trasmissione dei dati e stabilità del sistema.

Per ottenere le migliori prestazioni di risposta in rete, è invece consigliato di collegare il Raspberry Pi al Router tramite cavo.

Può tranquillamente usare il WiFi integrato, ma la connessione con Ethernet è più veloce ed affidabile.

Home Assistant

Le dimensioni ridotte del Raspberry Pi permettono di poterlo posizionare in qualsiasi punto della casa, senza dare fastidio.

Il luogo dove collocarlo deve essere scelto anche tenendo a mente che non sarà poi necessario collegarlo a monitor, mouse o tastiera.

Un consiglio è di metterlo vicino al Router, per avere il vantaggio di una migliore qualità di connessione.

Necessita unicamente di una fonte di alimentazione stabile ed in caso si scegliesse il collegamento diretto, del cavo di rete.

È obbligatorio l’uso di un case dotato di ventola, per evitare danni e surriscaldamento.

Iniziare con Home Assistant

Dopo aver concluso la fase di installazione ufficiale, completa e dettagliata, è possibile iniziare ad usare l’Assistente.

Al primo avvio il sistema fa un aggiornamento, richiedendo un po’ più di tempo per entrare del tutto in funzione.

Appena terminata questa fase, è possibile aprire il pannello di controllo da un qualsiasi browser e procedere alla configurazione.

Questa inizia con la creazione di un account, nel quale inserire la posizione geografica e le altre preferenze.

Successivamente, tramite una scansione automatica, rileva i dispositivi presenti nella rete locale.

Se qualche dispositivo non dovesse apparire in questa fase, è sempre possibile aggiungerlo manualmente in un secondo momento.

Andando avanti si arriva al pannello di controllo di HASS.

Home Assistant
credits to home-assistant.io

Da qui è possibile gestire ogni singolo aspetto e funzione di Home Assistant.

Le prime operazioni da fare sono aggiungere altri eventuali dispositivi, le Add-ons e le Integrazioni.

L’area centrale è inizialmente vuota, in attesa di popolarsi man mano che verranno aggiunte le personalizzazioni.

Questa suddivide le stanze di casa in diverse schede, dove trovare gli elementi di controllo dei dispositivi presenti.

Dalla Sidebar a sinistra si può accedere ai menu, dove ci sono gli strumenti da utilizzare per tutte le configurazioni.

Questo pannello di controllo è raggiungibile tramite un qualsiasi browser o tramite l’App, disponibile sia per Android che per iOS.

In entrambi i casi è adatto per utilizzare un tablet come “telecomando”.

Tweaks

Una volta completata la configurazione del sistema, si può procedere alla creazione degli elementi di controllo.

Ovvero tutto quello che poi, sotto la gestione di HASS, controllerà al meglio l’ambiente domestico.

Tramite Script, Scene ed Automazioni, ci sarà una spinta in più nelle capacità di automazione della smart home.

Prima di acquistare, registrati ad Amazon Prime e poi torna su questa pagina.

Per il sito ufficiale, clicca qui.

Per altri articoli, torna a IoTLife.